Trauma – As The World Dies (2019)

Pubblicato il 17/04/2019 da in Nuove uscite | 0 commenti

Titolo: As The World Dies
Autore: Trauma
Genere: Heavy Metal
Anno: 2019
Voto: 7

Visualizzazioni post:200

A quattro anni dal comeback “Rapture And Wrath”, i californiani Trauma tornano a farsi sentire attraverso il materiale contenuto nel nuovo “As The World Dies” – in realtà già pubblicato in forma autonoma a maggio dell’anno scorso – album che rinnova la partnership con la tedesca Pure Steel Records e porta con sè almeno un paio di grosse novità. La prima è la formazione, che passa da quattro a cinque elementi, con il cantante Donny Hillier ed il batterista Kris Gustofson (gli unici reduci della line-up che incise il debut album “Scratch And Scream” dell’84) saldamente al loro posto e Steve Robello ad occupare il posto di chitarrista lasciato libero da Kurt Fry: i nuovi innesti sono due nomi noti agli appassionati, ossia il chitarrista Joe Fraulob (ex Danzig) ed il bassista Greg Christian (ex Testament). La seconda novità riguarda le sonorità del disco che si sono fatte più ruvide e robuste, le atmosfere sono più buie ed i rimandi alla NWOBHM ed al metallo degli eighties sono sempre presenti ma meno evidenti rispetto al recente passato: “As The World Dies” si compone di un massiccio US heavy metal che, a tratti, arriva quasi a sfiorare il thrash, conservando comunque una certa impronta melodica.
Il sound complessivo si è ammodernato e caricato di un certo groove, alimentato da un chitarrismo dal sapore più attuale: questo era l’obiettivo dichiarato dalla band, guardare avanti senza scordare le proprie origini, e devo dire che ci sono riusciti in modo decisamente soddisfacente. In questo senso, la titletrack “As The World Dies” è uno dei migliori esempi del cambiamento sonoro messo in atto dai Trauma: il brano si snoda tra ritmi rallentati ed inquietanti atmosfere, chitarroni compatti ed abrasivi e brucianti slanci in velocità, per un’efficace alternanza emotiva completata da Donny Hillier (accostabile per timbro e capacità nientemeno che a Bruce Dickinson!), autore di un’interpretazione ottima non solo su questo pezzo, ma lungo tutto l’arco del disco.
Tra brani cadenzati e massicci come l’opener “The Rage”, “Entropy” e la più ariosa semiballad “Last Rites”, la band piazza anche composizioni complessivamente più veloci e dirette, come le scalpitanti “From Here To Hell” e “Gun To Your Head”, l’heavy metal sostenuto di “Run For Cover” e la conclusiva “Savage”.
Tirando le somme al termine dei soliti numerosi ascolti, “As The World Dies” mi lascia decisamente soddisfatto: non vi nascondo che ho provato un certo spiazzamento iniziale – mi aspettavo contenuti allineati a “Rapture And Wrath”, a cui oggi assegnerei un mezzo voto in meno rispetto al 2015 – ma, superato il primo smarrimento, devo dire che il sentiero sonoro imboccato dai Trauma materializza un disco di buonissima qualità, omogeneamente distribuita lungo i dieci brani della tracklist.
Un bel lavoro dunque, a mio parere migliore del suo predecessore! Chiudo segnalandovi che, oltre alla conseuta versione in CD, “As The World Dies” sarà disponibile anche in vinile con una copertina differente.

Tracklist:

1. The Rage
2. From Here To Hell
3. As The World Dies
4. Gun To Your Head
5. Last Rites
6. Run For Cover
7. Asylum
8. Entropy
9. Cool Aid
10. Savage

Line-up:

Donny Hillier – voce
Steve Robello – chitarra
Joe Fraulob – chitarra
Greg Christian – basso
Kris Gustofson – batteria

Facebook: www.facebook.com/Trauma-USA
Etichetta Pure Steel Records – www.puresteel-records.com

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.