Folkstone – Diario Di Un Ultimo (2019)

Titolo: Diario Di Un Ultimo
Autore: Folkstone
Genere: Folk Metal
Anno: 2019
Voto: 7.5

Visualizzazioni post:459

Avevamo lasciato i Folkstone nel pieno del cambiamento con “Ossidiana”, dove c’erano state sperimentazioni, un suono un po’ più soft e uno stile a tratti cantautoriale, che ci aveva dimostrato (indipendentemente dalle opinioni personali) una versatilità notevole della band bergamasca, che ancora sapeva stupirci e sorprenderci dopo dieci anni di esistenza. Due anni dopo ecco “Diario Di Un Ultimo”, un disco che ha una genesi sicuramente diversa: nato dalla mente di Lorenzo “Lore” Marchesi, cantante dei Folkstone, che ha poi coinvolto anche gli altri musicisti fino a far nascere, dalle sue idee, un nuovo disco dei briganti di montagna orobici.
I Folkstone hanno anche dovuto fare i conti con l’abbandono di due membri storici, Matteo Frigeni e Andrea Locatelli, sostituiti dal polistrumentista Marco Legnani. Queste circostanze imprevedibili e diverse dal solito ci consegnano quindi “Diario Di Un Ultimo”, che ci mostra dei Folkstone in buona forma, tra pezzi dirompenti che faranno sfracelli in sede live come la titletrack, “La Maggioranza” e l’autobiografica “I Miei Giorni”, perfettamente in grado di reggere il confronto con i brani storici e altri più introspettivi come “Elicriso (C’Era Un Pazzo)”, “Spettro” o l’azzeccata cover di Guccini “La Collina”. Sempre più preziosa l’impronta di Roberta Rota, che con i suoi apporti (“Elicriso, “Fossile”) o nei brani completi come la bella “Escludimi” aggiunge ulteriori note di colore ad un dipinto ben realizzato.
“Diario Di Un Ultimo” è dedicato a tutti gli “ultimi”, le persone non accettate dalla società, evitate o odiate perché diverse (di ogni tipo e di ogni epoca, tanto è vero che nell’opener “Astri” si parla di Galileo Galilei), che in una società frenetica e cinica come quella odierna riempiono le pagine della attualità quotidiana. Nella canzone finale “I Miei Giorni” Lore dice “Non resto solo, nessuno indietro mai”, ci piacerebbe interpretarlo come un messaggio di speranza, quel “nessuno deve rimanere indietro” che oggi viene citato un po’ a sproposito senza che venga mai fatto nulla di concreto. A volte si deve muovere la musica per scuoterci un po’, i Folkstone lo hanno fatto dandoci il consueto calcio nel didietro con un disco che a nostro parere sta a metà tra “Ossidiana” e i precedenti, ben fatto e pronto a farci urlare sotto al palco, a braccia alzate e con un birrone in mano!

Tracklist:

01. Astri
02. Diario di Un Ultimo
03. La Maggioranza
04. Elicriso (C’era un Pazzo)
05. Naufrago
06. Danza Verticale
07. La Collina
08. Una Sera
09. Spettro
10. In Assenza di Rumore
11. Il Grammo di un’Ora
12. Fossile
13. Escludimi
14. I Miei Giorni

Line-up:

Lorenzo Marchesi – voce
Luca Bonometti – chitarra
Roberta Rota – cornamuse, bombarde, voce
Maurizio Cardullo – cornamuse, flauti, bouzouki irlandesi, cittern, bombarde
Marco Legnani – ghironda e strumenti a corde
Federico Maffei – basso
Edoardo Sala – batteria

Sito ufficiale: www.folkstone.it
Facebook: https://it-it.facebook.com/folkstone
Etichetta Folkstone Records

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.